Misura delle vibrazioni meccaniche 

Capo III Titolo VIII D.Lgs. 81/08

Eseguiamo misure delle vibrazioni meccaniche

trasmesse al sistema mano-braccio e al corpo intero secondo il Capo III Titolo VIII  D.Lgs. 81/08.

Le vibrazioni meccaniche trasmesse al sistema mano-braccio, comportano un rischio per la salute e la sicurezza dei lavoratori, in particolare disturbi vascolari, osteoarticolari, neurologici e muscolari.

L’esposizione a vibrazioni al sistema mano-braccio è generalmente causata dal contatto delle mani con l’impugnatura di utensili manuali o di macchine condotte a mano.

Le vibrazioni meccaniche trasmesse al corpo intero comportano rischi per la salute e la sicurezza dei lavoratori, in particolare lombalgia e traumi del rachide. E’ noto che diverse attività lavorative svolte a bordo di mezzi di trasporto o di movimentazione espongono il corpo a vibrazioni o impatti, che possono risultare nocivi per i soggetti esposti.

L’Art. 202 del D. Lgs. 81/2008 impone al Datore di lavoro di effettuare una valutazione del rischio di esposizione a vibrazioni (mano-braccio e corpo intero) dei lavoratori durante il lavoro, al fine di individuare i soggetti esposti al rischio ed attuare gli appropriati interventi di prevenzione.

Si prevede che la valutazione dei rischi possa essere effettuata senza misurazioni, qualora siano reperibili i dati di esposizione adeguati presso banche dati dell’ ISPESL o direttamente dai produttori o fornitori delle attrezzature.

Nel caso in cui tali dati non siano reperibili è necessario misurare i livelli di vibrazione meccaniche (scelta comunque da preferire per avere valutazioni più attendibili).

AB Ambiente S.r.l.,con l’ausilio di idonea strumentazione (vibrometri e accelerometri triassiali), offre un servizio di valutazione delle vibrazioni con misurazioni ai sensi del D. Lgs. 81/2008, e alle norme di riferimento UNI EN ISO 5349 e ISO 2631 completa di

  • raccolta delle informazioni relative alle attrezzature e macchine utilizzate

  • definizione dei gruppi omogenei

  • rilievi strumentali nelle postazioni di lavoro

  • calcolo dei livelli di esposizione

  • predisposizione di una relazione tecnica conclusiva che dovrà confluire nel più generale DVR (Documento di Valutazione dei Rischi)

La valutazione del rischio di esposizione a vibrazioni meccaniche deve essere programmata almeno ogni 4 anni ed ogni qualvolta intervengano modifiche sostanziali al tipo di esposizione al rischio.

continua a leggere