Radioattività

Radon

Il radon è un gas radioattivo di origine naturale,

non percepibile dai nostri sensi, derivante dal decadimento radioattivo dell’uranio, elemento presente in tutte le rocce della crosta terrestre.

E’ ormai ampiamente dimostrato che una prolungata esposizione ad elevate concentrazioni di radon accresce il rischio di sviluppo di tumore polmonare ed è collocato al secondo posto come causa di tumori polmonari dopo il fumo di tabacco.

Il radon che si produce nelle rocce e nei suoli, tende a risalire in superficie; in atmosfera si diluisce rapidamente e la sua concentrazione in aria è pertanto molto bassa.

Quando penetra negli spazi chiusi tende ad accumularsi, raggiungendo concentrazioni dannose per la salute. La concentrazione del radon nell’aria varia fortemente sia nell’arco della giornata che nel susseguirsi delle stagioni. Essa tende inoltre a diminuire rapidamente all’aumentare della distanza del locale dal suolo.

Il problema investe dunque in modo particolare i locali a contatto diretto con il suolo, quali sotterranei e seminterrati. L’unico strumento diagnostico per valutare il grado di rischio di un ambiente è la misurazione della concentrazione del gas radon.

Secondo quanto stabilito dalla normativa vigente, la misura della concentrazione media annua di radon è obbligatoria solo nei locali interrati ed eventualmente seminterrati dei luoghi di lavoro, degli asili nido, scuole materne e dell’obbligo.

L’esercente di attività ha l’obbligo di effettuare la determinazione media annua di radon in aria e valutare la dose dei lavoratori esposti. In questi casi la misura ha obbligatoriamente la durata di 1 anno, perché solo così è possibile tener conto delle variazioni stagionali nelle emissioni di radon da suolo e sottosuolo.

Normativa di riferimento :

  • D. Lgs. 230/1995 come modificato dal D. Lgs. 241/2000 con le indicazioni per la misura del radon nei luoghi di lavoro.

  • Linee guida per la misura di concentrazione del radon in aria nei luoghi di lavoro sotterranei a cura della Conferenza delle Regioni 2003

  • Direttiva EURATOM 59/2013 del 05/12/2013 pubblicata il 17/01/2014 che stabilisce norme fondamentali di sicurezza relative alla protezione contro i pericoli derivanti dall’esposizione alla radiazioni ionizzanti.

AB Ambiente S.r.l., fornisce un servizio di misura del radon mediante rilevatori a tracce di tipo CR-39 ed E-PERM, posizionati nei punti di interesse per due semestri consecutivi.

A norma di legge il trattamento e la lettura dei rilevatori viene poi eseguita da un laboratorio idoneamente attrezzato.

leggi tutto